lunedì 30 aprile 2012

DISCORRERE LENTO di LAURA MINNITI..ogni copia acquistata 2 euro vengono donate ad ANIMAEQUINA

Discorrere lento
Lei è Noemj, lui è Rocler. Lei è un’accorta amazzone, sensibile al fascino della natura e innamorata dei suoi figli più nobili ed eleganti, i cavalli. Lui è il suo maestoso destriero che, dotato di favella, la introduce, chiarendo ogni suo dubbio e perplessità, in un mondo sconosciuto e affascinante. Ha così inizio un colloquio sincero e delicato tra “l’uomo e l’animale”, un discorrere riflessivo, dall’incedere lento, un onesto confronto tra due universi, apparentemente tanto distanti ma in realtà più vicini di quanto si possa immaginare. L’autrice, Laura Minniti ci svela un mondo fantastico, quello equestre, popolato da creature estremamente sensibili, docili e gentili: attraverso le voci di Rocler e della sua padrona ci insegna il rispetto e l’amore nei confronti dei cavalli e della natura in genere.

IL VIDEO:

LA MIA RECENSIONE:  un romanzo fatto di soli colloqui, due discorrere diversi dal solito perchè uno dei due interlocutori è il cavallo. Così , con estrema dolcezza, la scrittrice ci permette di entrare in punta di piedi nel sentire equino. Molte cose denotano una conoscenza meticolosa di questo mondo, spesso anche da un punto di vista veterinario o anche storico, altre sono pura semplicità….” Lui sa far riemergere in me il desiderio di tonare bambina: è come un libro che si sfoglia pagina dopo pagina, i suoi occhi raccontano, la natura lo ha scritto pieno di sorprese”. 

CHI NE VOLESSE UNA COPIA A SOLI 10 EURO PUO' SCRIVERE A laura_minni@hotmail.it LA SCRITTRICE DONERA' 2 EURO ALLA NOSTRA ASSOCIAZIONE.

GRAZIE! 

domenica 29 aprile 2012

CAVALLI ADOTTATI- ALIGAN & ISABELLA

ALIGAN: un derivato arabo di 24 anni. E' un cavallo tranquillo e coccolone. E' un po' allergico, per cui ogni tanto ha qualche piccola crisi respiratoria (asma) nei mesi più caldi. Non ha bisogno di cure particolari, solo in caso di emergenza, ma basta usare delle accortezze per evitare qualsiasi tipo di disagio. Adottato in Emilia da Raffaella.


ALIGAN nel pascolo della sua nuova casa


ISABELLA: trotter femmina 8 anni buonissima già portata a sella. Adottata in Emilia da Raffaella.
 
 
ISABELLA: nel pascolo in compagnia di ALIGAN

Grazie Raffaella.

giovedì 26 aprile 2012

CAVALLI ADOTTATI-ALISSA E MACAO

Alissa: femmina Haflinger, anni 15, molto buona e docile. Da due anni non viene montata, non proprio adatta a principianti.
Adottata in Abruzzo, grazie Frank M. !!!!



ALISSA oggi nella sua nuova casa, pulita e spazzolata. Tanti ettari di terreno in cui scorrazzare insieme a MACAO:

Macao, castrone Haflinger sdomo, 7 anni. Sano di buona indole. Adottato da Frank in Abruzzo. Grazieeeee


 MACAO oggi nella sua nuova casa con Alissa, spazzolato e pronto per vivere in piena libertà!

mercoledì 25 aprile 2012

BUON 25 APRILE DA ANIMAEQUINA E...

DAUPHINE con la coperta tricolore..una foto regalo di PATRIZIA, la sua meravigliosa adottante.

Grazie da tutti noi di AnimaEquina.

martedì 24 aprile 2012

CAVALLI ADOTTATI- ONYX-RICOLLOCATO

Olis (Onyx) 2, trotter castrone baio di tre anni. Ottima salute, da portare a sella. ADOTTATO a Bologna. Grazie Valentina !!!!!
RICOLLOCATO: in data odierna ONYX raggiunge la bella INCONTRADA....RICOLLOCAMENTO per problemi di tempo e gestione dell'adottante..... 20 APRILE 2012


Ecco Onyx nella sua nuova casa con Incontrada Mel


Onyx e Incontrada da Andrea e Federico. Grazie ragazzi. Grazie di cuore da tutti noi.

lunedì 23 aprile 2012

CAVALLI ADOTTATI-GLAUCO

Glauco, castrone trotter del 2003. Si trova nelle Marche.
Favoloso Glauco nella sua nuova casa! grazie a LUIGI, il suo adottante....
....pare dia bacetti a comando! 




Glauco che pascola felice...una meraviglia.

CAVALLI IN ADOZIONE-FRITZ

Questo è Fritz. Un doppio pony in adozione. Deve recuperare peso. Presto in adozione. Si trova in Toscana. Per Info animaequina@gmail.com





martedì 17 aprile 2012

"Così salvo i cavalli dal macello" articolo de LA NAZIONE SIENA



Susanna Rinaldi con i cavalli che ha salvato
Susanna Rinaldi con i cavalli che ha salvato
San Giovanni d'Asso, 17 aprile 2012 - "Non riescono a capire che il cavallo è un amico e non una bicicletta usa e getta. Lo considerano carne oppure mezzo". Amarezza ragionata quella di Susanna Rinaldi mentre guarda i suoi ‘cuccioli’ di diversi quintali salvati dal macello e da morte certa grazie anche alle adozioni da parte di Anpana e Horse Angel. Ora vivono, coccolati e accuditi, in una vallata verde alle porte di San Giovanni d’Asso. "Un appezzamento che ci è stato dato in comodato gratuito dal figlio di una persona che amava molto questi animali e che ora non c’è più", racconta mentre un’amica inglese distribuisce carote agli ospiti. La conoscono tutti in paese, questa Giovanna d’Arco dei cavalli, 42 anni, sposata e madre di due bambini. Che è presidente nazionale dell’associazione «Anima equina», nata nell’ottobre 2011 e riconosciuta onlus dall’Agenzia delle entrate nel febbraio scorso.
 "Senza scopo di lucro: chi prende un cavallo o lo cede deve solo pagare la quota annuale di 25 euro. Denaro che serve per mantenere gli animali", spiega confermando "che a San Giovanni rispettano le mie scelte. Ho provato anche a coinvolgere il Comune, il sogno sarebbe ricollocare gli esemplari salvati in associazioni che fanno ippoterapia. E, magari, di realizzare una struttura per il loro recupero fisico. Per adesso mi accontento di ampliare di un altro ettaro lo spazio".
"Ognuno di loro ha una storia", prosegue Susanna, milanese ma cittadina del mondo perché il lavoro del padre la portava lontano. "Montai per la prima volta in Uruguay, in una fattoria di gaucho. Avevo 5 anni", dice guidandoci verso il fondo della vallata. Penelope, la cavalla bianca, è il ‘capo’. Si trova qui da circa 2 anni. Controlla ogni estraneo che entra nel recinto. Golden è il lusitano con cui Susanna, quando aveva un club ippico a Buonconvento, nel 2000 è arrivata a Roma dal Papa. "Procuratore è il più debole - racconta – era stato affidato ad una famiglia 4 mesi fa ma ho capito che era spaventato, troppo magro. Se mi rendo conto che un animale non sta bene pretendo che venga riportato all’associazione: così è stato per lui".
La procedura di adozione è rigida. C’è un modulo dove inserire l’attività svolta, la disponibilità di spazio e un capanno obbligatorio per l’animale con le immagini relative. Si fa un controllo pre-affido. "Le persone pagano solo il trasporto. Ogni mese vogliamo però vedere la foto con la data e, quando lo riteniamo necessario, mandiamo un volontario a verificare. Peccato che molti non abbiano ancora capito il nostro scopo. Arrivano spesso mail in cui si domanda se abbiamo un cavallo sano, bello, già addestrato per la sella da dare gratis! L’idea è in realtà di trovare una famiglia restituendo dignità ad animali che hanno il potere di ‘guarirci’. In fondo chiedono solo carezze, qualche carota". Come Cheyenne, destinata al macello per via di una malattia all’occhio. Sfruttata in un maneggio, poi non rendeva più. Come Elisa King che aspetta un puledrino. "Lei resterà, diventerà la nostra mascotte", confessa Susanna. Che nella vita si occupa di una grande tenuta di proprietà di americani, mentre il marito, che lavora in una fabbrica a Torrenieri, è il suo artiere. "Una passione che ci accomuna – confessa -, viene qui 2-3 volte al giorno, li controlla e porta il cibo. Troviamo spesso anche caprioli e lepri".
Laura Valdesi

http://www.lanazione.it/siena/cronaca/2012/04/17/699055-cosi_salvo_cavalli_macello.shtml 

FOTO DAL GIORNALE:
 link: http://multimedia.quotidiano.net/?tipo=photo&media=34044#.T5Lxikv8ZCE.twitter

giovedì 5 aprile 2012

testimonianza di Lucia, adottante di Francy


La mia passione per gli animali è nata con me. Ero piccolissima, quando a pancia in giù sul pavimento del cortile, osservavo i topolini rubare le crocchette al mio cane. Ho sempre amato gli animali in modo particolare, considerandoli come amici che meritavano il mio affetto e il mio rispetto. La prima volta che chiesi un cavallo ai miei avevo 6 anni, ma purtroppo non potevamo permettercelo: mio padre era un umile calzolaio, mentre mia madre una semplice casalinga. Nel frattempo in casa mia crescevano e condividevano l'appartamento criceti, gattini e coniglietti. Dopo un anno, mio padre comprò un'auto nuova ed io inbufalita corsi da lui per gridargli contro: "Non hai voluto prendermi un cavallo, ma ti sei comprato l'auto!". Ricorderò per sempre quel momento. Lui che cercava di farmi capire ed io, testarda come sempre, volevo solo il mio cavallo! Gli anni passano, si cresce, ma la passione e l'amore per Loro resta. Non puoi liberarti di qualcosa che ti scorre nelle vene. Sono passati dodici anni da allora e grazie a persone fantastiche, che ogni giorno vivono per aiutare questi splendidi compagni, ho potuto dire a mio padre e a mia madre "Grazie per aver realizzato il mio sogno fatto di criniera e coda, e un mantello caldo che riscalda in cuore"... ♥ Questo grazie va anche a voi di AnimaEquina.

La lettera di Lucia è un bel regalo per il nostro lavoro silenzioso...e lei un'ottima nuova Mamma adottiva per Francy!


mercoledì 4 aprile 2012

CAVALLI ADOTTATI-ELAIZA

ELAIZA, 10 anni. Trotter, femmina gravida.


Adottata dal nostro presidente Susanna Rinaldi....Libera nel grande pascolo in provincia di Siena

lunedì 2 aprile 2012

In merito a Dauphine e Margot...lettera scritta da Luca Casati (ANPANA)

MARGOT: cavallina cieca nella sua nuova casa


DAUPHINE: cavallina trotter affetta dal fischio della "terza narice", nella sua nuova casa con Margot

LETTERA DI LUCA CASATI ( responsabile Settore tutela Equini ANPANA con cui collaboriamo per i casi più gravi)

Ci sono storie e vite di animali che incrociano quelle di uomini e donne. Vite che possono perdere di valore come la vita di Margot ,cavalla divenuta cieca. Un mondo senza piu luce e immagini , nero ,nero come la morte. Qualcuno potrebbe pensare che un uomo colto dalla stessa sfortuna , diventi inutile ? Crediamo davvero di no. Quell' uomo e quell' animale esprimono la stessa volonta di vivere , perche' vivere e sopravvivere e' nella natura animale. Ma per gli animali e' diverso, quelli che vivono accanto all' uomo spesso devono essere "utili", l' inutilita' significa per loro abbandono e in certi casi la morte. Gli animali, ancor piu' quelli da reddito, devono essere produttivi per garantirsi una decorosa vita, devono produrre carne, divertimento o risultati il piu' delle volte. E questa e' la storia di Margot la cui vita , la cui storia si e' incrociata con quella di altri uomini e donne che hanno come principio il rispetto della vita in ogni sua forma . Margot ora e' in una casa accogliente , non deve dimostrare nulla, non deve produrre , non deve far divertire nessuno, non deve vincere nulla. Deve solamente esprimere la sua essenza di cavalla con tutti i sensi che le rimangono , accanto alla sua nuova compagna umana .Noi volontari di AnimaEquina e ANPANA siamo solo il tramite, il ponte di congiunzione tra due vite che oggi si sono incontrate per una nuova storia , una storia bella , piena di sentimenti belli. C' e' stato lavoro, ci sono stati uomini e donne che hanno reso possibile cio' , Paolo che ha accompagnato Margot e Dauphine un altra cavalla in stato di necessita e bisognosa di una ricollocazione , c' e' stato Franco Giudici che ha aperto le sue accoglienti stalle per ricevere Dauphine in attesa di una ricollocazione definitiva .Ci siamo stati noi tutti , uomini e donne di due Associazioni diverse ma con un unico cuore e uguali principi.
Ci sono storie che si incrociano di cavalli uomini e donne, e ci sono storie di cavalli che si intersecano con storie di altri cavalli. Dauphine e Margot sono ora insieme , due cavalle , due storie diverse, unite dai buoni sentimenti di Patrizia che ha cosi voluto, come capita raramente, che storie cosi difficili di cavalli si unissero, che il destino cambiasse.
Grazie a Margot e Dauphine che ci hanno permesso di eprimere noi stessi e i nostri principi.
Anima Equina , ANPANA Settore Tutela Equini

Luca C.


 Oggi,  2 aprile: Il dottor Bedetti rassicura Margot dopo averle estratto un dente da latte in quanto la piccola pare abbia solo tre anni! grazie Massimo e grazia Manuel per le cure prestate a vostro carico alle due bimbe nuove! Grandi vet e grandi cuori! Domani tocca alle scarpine!


Dauphine alle prese con dentista e finalmente un sorriso nuovo! Evviva

 Venerdì 5 Aprile: la doccia di Margot un tantino difficoltosa ma riuscita e poi spugnature di Imaverol per spellature ma non sembrano fortunatamente funghi! Siamo a buon punto!


la prima doccia con acqua tiepida e sapone di Marsiglia per Dauphine


10 APRILE 2012

MARGOT E DAUPHINE VICINE DI PADDOCK

 
tranquille, si annusano conoscendo i loro rispettivi odori. Sono sorelle di viaggio e di futura vita!


MARGOT, la sua adottante dice: È giovane, vivace, irruente, coraggiosa,istintiva, allegra, prepotente! Noi la trattiamo come tuttii gli altri cavalli e non sembra neppure cieca! Grande lezione di coraggio e umiltà!
 
 è stata spostata in questo nuovo box con paddock stamattina e l'abbiamo portata con la lunghina fuori e dentro dal suo box, le abbiamo mostrato il beverino e la mangiatoia! A mezzogiorno è entrata a mangiare come se fosse sempre stata in quel box! A fianco si trova Dauphine e dall'altra parte si trova con Soliman castrone di 28 anni e Uelle femmina baia di anni 30!



 DAUPHINE: Felice e rilassata, accanto alla sua amica Margot...